Ministero dei beni culturali: al via le iscrizioni per il Programma

500 giovani per la cultura

Il giorno 7 Dicembre il Ministero per i beni e le attività culturali ha pubblicato il Bando di attuazione del Decreto Legge dell’8 Agosto 2013, in particolare dell’Art. 2 denominato Valore Cultura finalizzato a connettere 500 giovani con la Rete per la Cultura, ovvero la rete del patrimonio culturale e artistico italiano e il suo legame con il territorio.

Le iscrizioni per la richiesta di ammissione alla prova preselettiva sono aperte fino al 21 gennaio 2014 e indirizzate a tutti i giovani laureati che al momento della pubblicazione del Decreto Legge di cui sopra, non avevano compiuto il trentacinquesimo anno di età, in possesso della Certificazione Internazionale delle competenze linguistiche di Livello B2 nonché di tutti gli altri requisiti generici richiesti per l’ammissione a pubblici concorsi: cittadinanza italiana o di un Paese membro dell’Unione europea; godimento dei diritti civili e politici; assenza di condanne penali.

Ai fortunati che riusciranno a superare l’iter burocratico nonché le procedure concorsuali spetterà, fermo restando l’adempimento di tutta una serie di direttive, un’indennità di partecipazione di 5.000 euro lordi all’anno, che frazionati per i 12 mesi di cui l’anno si compone danno la modica cifra di 416,66 euro ancora al lordo delle detrazioni d’imposta e delle spese che i giovani selezionati sosterranno.

Forse oltre a un rinnovamento nel nome e a un restyling delle attività cui il programma 500 giovani per la cultura mira, il Ministero dei beni culturali avrebbe bisogno anche di un adeguamento dei compensi erogati a lavoratori cui sono richieste ottime conoscenze e molta disponibilità.

http://www.sulromanzo.it/blog/ministero-dei-beni-culturali-al-via-le-iscrizioni-per-il-programma-500-giovani-per-la-cultura

 

© 2013 – 2014, Irma Loredana Galgano. Ai sensi della legge 633/41 è vietata la riproduzione totale e/o parziale dei testi contenuti in questo sito salvo ne vengano espressamente indicate la fonte irmaloredanagalgano.it) e l’autrice (Irma Loredana Galgano).

Condividi