Mibact, reti di imprese, turismo

Lo scorso 7 febbraio il MIBACT ha pubblicato il bando per la concessione di contributi a favore delle reti di impresa operanti nel settore turistico finalizzato a:

  • promuovere e sostenere i processi di integrazione tra le imprese;
  • supportare i processi di riorganizzazione della filiera;
  • migliorare la specializzazione e la qualificazione del comparto;
  • accrescere la capacità competitiva e innovativa dell’imprenditorialità nazionale.

Tra gli obiettivi del bando si annovera la riorganizzazione della filiera turistica nonché l’aggregazione tra le imprese. Infatti, una condizione sine qua non per la partecipazione è l’essere parte di un raggruppamento di piccole e medie imprese costituite con forma giuridica di contratto di rete, ovvero come A.T.I. (Associazioni Temporanee di Imprese costituite o ancora da costituire),Consorzi o Società Consortili anche in forma di Cooperativa.

La domanda di partecipazione al bando, unitamente agli allegati e alla documentazione richiesta, dovrà essere inviata entro il 9 maggio 2014, esclusivamente tramite posta elettronica certificata (PEC) del Ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo. Alla domanda di partecipazione bisognerà allegare:

  • Contratto di Rete, ovvero copia dell’Atto Costitutivo o dello Statuto;
  • Autocertificazione di idoneità di tutte le imprese costituenti la rete;
  • Scheda di proposta progettuale e progetto;
  • Nulla osta della Regione e dichiarazione relativa agli aiuti de minimis eventualmente ricevuti;
  • Liberatoria sulla privacy e copie dei documenti di identità;
  • Dichiarazione sostitutiva della certificazione antimafia e DURC (Documento Unico di Regolarità Contributiva).

La rete d’impresa esistente o costituita deve essere formata da non meno di 10 piccole e medie imprese e recare un oggetto sociale o una finalità di aggregazione coerente con gli obiettivi del bando; inoltre almeno l’80% dei partecipanti alla rete deve essere rappresentato da imprese turistiche, in possesso quindi del codice primario ATECO 2007.

I finanziamenti, che saranno concessi in regime di fondo perduto, ammonteranno a euro 200 000 per ciascuna rete, a margine di progetti che prevedano una spesa totale di almeno euro 400 000.

L’impresa che presenterà la domanda di partecipazione al bando per la concessione di contributi a favore delle reti di impresa operanti nel settore turistico, inviando la richiesta alla PEC del MIBACT, sarà indicata come capofila e risulterà essere il referente amministrativo per l’erogazione del contributo; avrà, inoltre, il compito della ripartizione dell’ammontare tra le varie imprese componenti l’aggregazione.

http://www.sulromanzo.it/blog/dal-mibact-otto-milioni-di-euro-alle-reti-di-impresa-operanti-nel-settore-turistico

© 2014, Irma Loredana Galgano. Ai sensi della legge 633/41 è vietata la riproduzione totale e/o parziale dei testi contenuti in questo sito salvo ne vengano espressamente indicate la fonte irmaloredanagalgano.it) e l’autrice (Irma Loredana Galgano).

Condividi